Domande frequenti (FAQ)

Condividi

Il sistema è già configurato per l'aquisizione dei crediti (per gli studenti non iscritti all'UNIBAS il conteggio viene effettuato sugli esami caricati nel sistema alla voce merito universitario) per le domande borsa di studio e posto alloggio, se non si è in possesso dei crediti minimi richiesti dal bando per l'idoneità sarà avvisato dell'utilizzo dei crediti bonus disponibili (se disponibili) e verranno in automatico calcolati

Per gli studenti che ne hanno usufruito solo in parte potranno disporre solo dei Bonus residui.

Non sono cumulabili,  Es. se al secondo anno lo studente ne utilizza anche solo 1 su 5 per tutta la sua carriera universitaria ne avrà a disposizione solo ed esclusivamente 4, così via negli altri anni.

CREDITI DI BONUS

5 crediti se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici per il II° a.a.;

12 crediti se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici per il III°a.a.;

15 crediti se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici per gli a.a. successivi al III° a.a.

Gli studenti che si iscrivo alla magistrale provenienti da altre università (dove hanno frequentato il corso della triennale) devono richiedere l'attestazione dei crediti di bonus disponibili o residui  all'Azienda per il diritto allo studio di provenienza.

Senza tale attestazione l'ARDSU non può accreditare nessun credito di bonus per la compilazione delle domanda borsa di studio e/o posto alloggio.

Contestualmente all'iscrizione si può presentare la richiesta di attivazione della PEC il modulo va consegnato personalmente dall'interessato oltra alla richiesta anche copia di un documento valido ed esibizione dello stesso all'operatore dello sportello per identificare il richiedente.

Il primo rilascio è gratutito ha validità un anno.

Il rinnovo dal secondo anno va effettuato direttamente dalla propria area riservata pagando alla società che gestisce il servizio rilascio PEC con moneta elettronica

Perchè non hai compilato tutti i campi richiesti;
Perchè li hai compilati in modo errato;
Perchè hai cambiato la password della PEC (quindi aggiorna la password della PEC il sistema si riallinea e ti consente di compialre la domanda) l'aggiornamento può essere effettuato dalla dashboard Perchè la PEC è scaduta;

Nella compilazione chi non ha il contratto di locazione per l'a.a. 2015-2016 deve mettere pendolare dopo la presentazione del contratto sarà considerato Fuori Sede. 

Tesserino per la mensa?

L'ardsu non rilascia nessun tesserino per l'accesso alla mensa, l'accesso sarà regolamentato dall'esibizione alla cassa della TESSERA SANITARIA, per coloro che non hanno effettuato il rinnovo o non sono iscritti all'ardsu non avranno diritto ad usufruire del pasto;

DOVE TROVO LA RICEVUTA DA STAMPARE E PORTARE IN SEGRETERIA UNIVERSITARIA PER L'ESONERO DELLE TASSE?

Alla fine della compilazione e dell'inoltro della domanda compare un link che è la ricevuta da consegnare in segreteria insieme alla certificazione dell'ISEE/ISP per poter avere l'esonero dal pagamento delle tasse;

Chi non ha stampato la ricevuta cosa può fare? dove la trova?

Ritornando nella propria area riservata (dashboard) in alto a sinistra del monito alla voce archivio, aprite storico procedimenti troverete tutti i procedimenti tra cui quello della domanda borsa di studio, aprite la domanda e troverete la possibilità di stamparvi la RICEVUTA DA CONSEGNARE IN SEGRETERIA.

DOVE TROVO TUTTI I PROCEDIMENTI COMPILATI?

Entrando nella propria area riservata troverete il menù a tendina in alto a sinistra del monito la voce archivio, aprendo tale voce troverete storico procedimento all'interno sono conservate tutte le domande che avete presentato all'ARDSU.

Aprendo il procedimento della domanda borsa di studio potrete stamparvi la ricevuta da consegnare ins egreteria per l'esonero dal pagamento delle TASSE.

Il numero degli esami o crediti si considerano soltanto quelli superati, verbalizzati e registrati entro il 10 agosto (gli studenti che frequentano i Corsi della Cattolica, del Seminario e dei Conservatori devono caricare tutti gli esami nella sezione merito universitario della prorpia anagrafica sul sito ARDSU)

Gli studenti che hanno necessità di utilizzare i crediti di bonus dovranno solamente spuntare la casella dove viene chiesto se vuole utilizzare o meno i bonus, l'ufficio verificherà se è o meno in possesso dei crediti necessari.

Per il primo livello e ciclo unico:
per il II° anno, 25 crediti nonché il soddisfacimento di obblighi formativi ove previsti all’atto dell’ammissione ai corsi;

per il III° anno, 80 crediti;

per l’ultimo semestre o quarto anno 135 crediti;

per il V° anno, 190 crediti;

per il VI° anno, ove previsto, 245 crediti;

per l’ulteriore semestre, 55 crediti in più rispetto al numero previsto per l’ultimo anno di corso;

Per il biennio magistrale:
per il II° anno, 30 crediti;

per l’ultimo semestre, 80 crediti

CREDITI DI BONUS

5 crediti se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici per il II° a.a.;

12 crediti se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici per il III°a.a.;

15 crediti se utilizzato per la prima volta per il conseguimento dei benefici per gli a.a. successivi al III° a.a.

per gli studenti che ne hanno usufruito solo in parte potranno disporre solo dei Bonus residui.

Non sono cumulabili,  Es. se al secondo anno lo studente ne utilizza anche solo 1 su 5 per tutta la sua carriera universitaria ne avrà a disposizione solo ed esclusivamente 4, così via negli altri anni.

Le domande si presentano esclusivamente tramite PEC (Posta elettronica certificata) rilasciata dall'ARDSU

Prima di iniziare a compilare la domanda devi essere già in possesso della nuova certificazione ISEE/ISP, devi compilare i campi relativi alla situazione economica;

Gli studenti che non frequentano i corsi dell'UNIBAS devono caricare tutti gli esami sostenuti, registrati e verbalizzati entro il 10 agosto;

Se il sistema rileva che non sei in possesso dei requisiti di reddito e di merito in base al Bando non consentirà di andare avanti.

Prima di fare la domanda di borsa di studio/Posto alloggio gli studenti dell'Università di Basilicata devono aver fatto già l'iscrizione on-line sul sito UNIBAS e dare il consenso per chiedere la situazione Economia ISEE/ISP direttamente all'agenzia dell'entrate, senza il consenso la domanda non potrà essere compilata;

Lo studente dopo aver compilato la domanda di iscrizione o rinnovo troverà nella propria area riservata a centro pagina il link bandi attivi, seglierà la domanda appartenente al suo indirizzo di studi/anno di studi e compilerà i campi richiesti;

compilati tutti i campi obbligatori, allegherà la documentazione necessaria a seconda se è iscritto all'UNIBAS o ad altri istituti, accetterà le condizioni e il trattamento dei dati per la privacy ed invierà automaticamente la domanda tramite pec al nostro protocollo.

Finita la procedura accertati che arrivino alla voce messaggi PEC un primo messaggio di consegna, un secondo messaggio di accettazione da parte del server della tua domanda e in fine un terzo messaggio con la notifica dell'avvenuta protocollazione con il numero di protocollo e la data.

Gli studenti che sono iscritti all'UNIBAS al 2°-3°-4° ultimo semestre primo livello e 2° anno specialistica e ultimo semestre specialistica dopo aver compilato la domanda e inoltrata correttametne tramite PEC potranno stampare la ricevuta da consegnare insieme alla certificazione ISEE/ISP utilizzata per la compilazione della domanda alla segreteria studenti e saranno esonerati dal pagametno delle tasse di iscrizione all'anno accademico corrente.
 
Si può utilizzare qualsiasi PEC?

Non si può utilizzare una PEC diversa da quella rilasciata dall'ARDSU perchè il sistema è stato programmato per l'invio e la ricezione della domanda direttamente al protocollo;

 La procedura di presentazione si conclude in 3 passaggi:

1. Verifica e validazione dei dati anagrafici, iscrizione universitaria, merito universitario e situazione economica:

2. Compilazione della domanda online a cui deve essere allegata la documentazione richiesta in formato PDF *;

3. Inoltro della domanda che sarà inviata in automatico al protocollo dell'ARDSU tramite la tua casella PEC.

 

Verifica dell'operazione di presentazione della domanda online

Al termine dell'operazione online leggerai un messaggio di conferma e dovrai accertarti di ricevere nella tua casella PEC (solo ed esclusivamente in quella) i due messaggio di "Accettazione" e "Consegna" del messaggio PEC e successivamente il messaggio di protocollazione da parte dell'ARDSU con una ricevuta di conferma dell'operazione. Se non dovessi ricevere i suddetti messaggi devi contattate l'ARDSU entro la data di scadenza del bando e segnalare l'accaduto sempre e solo tramite messaggio PEC indirizzato a protocollo@pec.ardsubasilicata.it.

 

 

 

 

Posta Elettronica Certificata (denominata anche Posta Certificata o PEC) è il nuovo sistema di posta elettronica che consente di fornire al mittente garanzie sulla trasmissione e la ricezione dei messaggi.

L'invio e la consegna dei messaggi, infatti, vengono attestati tramite specifiche ricevute che il gestore del servizio rilascia al mittente e che conferiscono all'e-mail lo stesso valore di una raccomandata con ricevuta di ritorno (secondo quanto stabilito dal decreto DPR 11 Febbraio 2005 che disciplina l'utilizzo della PEC.);

La PEC ha una scadenza annuale?

Il rinnovo ha un costo di 6.70 euro e deve essere pagato dal titolare della PEC per averne l'utilizzo per un altro anno. La PEC rilasciata dall'ARDSU ha valore effettivo e legale anche per l'utilizzo presso altre pubbliche amministrazioni ed è equivalente a tutte le altre PEC rilasciate in Italia (infatti il fornitore del servizio PEC di Ardsu di Basilicata è Aruba PEC spa).

 La PEC ha un costo?

La PEC rilasciata la prima volta direttamente dall'ARDSU in maniera gratuita ha una durata di 1 anno trascorso il quale è necessario provvedere al suo rinnovo.

 Sicuramente vale per sempre e può essere utilizzata per l'invio di qualsiasi documentazione non solo riferita all'ARDSU;

 

 

Per la compilazione dei Campi ISEE nel riquadro:

Anno di riferimento reddito mettere 2014 (pur essendo i redditi fiscali anno 2013)
Anno di riferimento Modello ISEE mettere 2015
Rilasciato da INPS
Data Protocollo INPS   (attenzione non è la data di richiesta ma di rilascio da parte dell'INPS)
Data scadenza ISEE è quella riportata sul modulo 

Si ricorda che i dati ISEE/ISP devo essere corrispondenti alla certificazione consegnata in segreteria previa esclusione. 


 Quali redditi sono di riferimento alla domanda borsa di studio a.a. 2016-2017

Le condizioni economiche dello studente sono individuate sulla base dell’Indicatore della nuova Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.) riferita ai redditi presentati nell’ultima dichiarazione dell’anno con scadenza 15 gennaio 2017 di cui al Decreto Legislativo 109/1998; costituiscono modalità integrative di selezione l’Indicatore della Situazione Economica all’estero e l’Indicatore della Situazione Patrimoniale Equivalente (I.S.P.E/I.S.P.) dichiarati nell’anno 2016, la certificazione ISEEU-ISPEU è valida se accompagnata dalla certificazione ISEE/ISPE  e comunque non potrà superare € 23.000,00 e l’I.S.P.E. € 50.000,00; (occorre riportare e poi documentare i redditi prodotti e dichiarati nell’anno 2016)

Le informazioni riportate di seguito sono riferite alla normativa vigente in materia di ISEE (D.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 159 e D.M. 7 novembre 2014) a seguito della nuova legge sulla certificazione ISEE/ISP l'importante che la certificazione rilasciata dagli enti preposti contenga la seguente dicitura:

numero di protocollo della DSU attribuito da INPS (es.INPS-ISEE-2015-XXXXXXXXX-00)

ATTENZIONE: il numero di protocollo mittente (es. CAF000XX-PG0000-2015-N0000000), contenuto nella RICEVUTA rilasciata al momento della richiesta dell'Attestazione ISEE, NON è il numero di protocollo INPS della Dichiarazione Sostitutiva Unica (es. INPS-ISEE-2015-XXXXXXXXX-00) che sarà disponibile circa 15 giorni dopo la richiesta

ISEU/ISPEU sono gli  stessi indicatori ma contengono il valore economico dei redditi di fratello o sorella presenti nel nucleo familiare e vengono calcolati al 50%; suddetta certificazione ha valore solo se accompagnata dall'ISEE/ISP, in mancanza di ISEU/ISPEU si può allegare la certificazione del reddito del fratello/sorella che lavorano.

I valori ISEE/ISPE sono uguali ai valori ISEU/ISPEU?

se non c'è nessun fratello o sorella in famiglia che lavorano i dati sono uguali se invece c'è un fratello o sorella che concorre con il prorpio reddito al reddito familiare bisogna calcolare il 50% del reddito e pertanto il valore ISEU/ISPEU cambiano  

Il reddito del fratello o sorella che lavoro e vivono nel vostro stesso nucleo familiare va riportato esattamente quello dichiarato nella denuncia dei redditi, il sistema calcolerà in automatico il 50% come previsto dalla legge.

Solo gli studenti dei Conservatori, Seminario, Dottorati- Scuole di Specializzazione e l'Università Cattolica con sede in Basilicata dovranno integrare al momento della compilazione della domanda  tutta la documentazione inizialmente auto-certificata in formato PDF; 

  1. Tasse di iscrizione all'a.a. corrente; (solo per gli studenti iscritti ai DUS, Conservatori, Seminario, dottorati e Scuole di Specializzazione, Scuola di Restauro di Matera e scuola di mediazione linguistica)
  2. Tassa regionale di € 140,00 a.a. corrente; (solo per gli studenti iscritti ai DUS, Conservatori, Seminario Scuola di Restauro di Matera e scuola di mediazione linguistica)
  3. Certificazione ISEE/ISP  (la certificazione ISEEU/ISPEU sarà considerata valida solo se accompagnata dalla certificazione ISEE/ISP) (solo per gli studenti iscritti ai DUS, Conservatori, Seminario Scuola di Restauro di Matera e scuola di mediazione linguistica)
  4. Certificazione di reddito del fratello o sorella che lavorano presenti nel nucleo familiare;
  5. Contratto di locazione valido per gli studenti fuori sede;
  6. Certificazione di invalidità.
  7. Autocertificazione del merito alla data del 10.08.2016 nell'autocertificazione degli esami è necessario pena esclusione riportare gli esami sostenuti e regolarmente registrati indicando la data dell'esame-il voto-crediti maturati; (solo per gli studenti iscritti ai DUS, Conservatori, Seminario Scuola di Restauro e scuola di mediazione linguistica di Matera) non è valida la copia del libretto universitario;
  8. Per la certificazione della distanza chilometrica dalla città di residenza a quella che ospita la sede didattica del corso sarà valida esclusivamente quella allegata al presente bando tranne nei casi in cui non è presente tale certificazione; (per le sedi diversa da quella di Potenza e Matera);
  9. per gli studenti che si iscrivono alla specialistica provenienti da università di altre regioni occorre certificare il possesso dei crediti di bonus;

in ogni caso valgono le direttive del bando a cui si fa riferimento

     Verifica dell'operazione di presentazione della domanda online

    Al termine dell'operazione online leggerai un messaggio di conferma e dovrai accertarti di ricevere nella tua casella PEC (solo ed esclusivamente in quella) i due messaggio di "Accettazione" e "Consegna" del messaggio PEC e successivamente il messaggio di protocollazione da parte dell'ARDSU con una ricevuta di conferma dell'operazione. Se non dovessi ricevere i suddetti messaggi devi contattate l'ARDSU entro la data di scadenza del bando e segnalare l'accaduto sempre e solo tramite messaggio PEC indirizzato a protocollo@pec.ardsubasilicata.it.

     

     

     

    studenti con età superiore ai 35 anni facendo riferimento all'anno di nascita;

     

    Di concerto con l'università degli studi di Basilicata si è stabilito che:

    gli studenti che si iscrivono al 2°-3° -4° - 5° anno primo livello e ciclo unico, 2° anno secondo livello e ultimo semestre primo e secondo livello iscritti all'Università di Basilicata, dopo aver compilato esattamente la domanda di borsa di studio, quindi in possesso dei requisiti di reddito e merito, potranno stampare una "ricevuta" da consegnare alla segreteria generale studenti UNIBAS e sarà esonerato dal pagamento delle tasse universitarie per l'a.a.

    Sono esonerati inoltre gli studenti che hanno invalidità certificata superiore al 66% o negli altri casi previsti dalle singole Università;

    Tutti gli studenti, ad eccezione di quelli espressamente esonerati, dovranno aver versato  la vigente tassa regionale per il diritto allo studio di € 140,00 o per il tramite della struttura formativa di riferimento o direttamente con bonifico bancario utilizzando le seguenti coordinate:

    Banca Popolare dell'Emilia Romagna, codice IBAN: IBAN: IT – 24 – N – 05387 – 04204 – 000009336368 in favore dell'A.R.D.S.U., con la causale: tassa regionale per il diritto allo studio universitario di Basilicata a. a.................

     

     

    Le assegnazione dei posti alloggi partiranno dal 01 novembre 2015 e solo dopo al pubblicazione delle graduatorie definitive;

    La valorizzazione economica della retta mensile per posto - alloggio che resta a carico di ciascun assegnatario è forfettariamente fissata, in € 150,00 sia in residenza che in appartamento senza differenza tra stanza singola o doppia.
    Agli studenti aderenti a progetti di scambi transnazionali (ERASMUS) che, per il tramite dell'Università di Basilicata, troveranno ospitalità in dette strutture si applicherà la retta mensile di € 150,00;

    per i Dottorandi senza borsa MIUR, per gli studenti che partecipano al progetto Erasmus Mundus- EDAMUS che, per il tramite dell'Università di Basilicata, troveranno ospitalità in dette strutture si applicherà la retta mensile di € 180,00;

    la retta per uso foresteria € 20,00 al giorno;

    Per assegnazioni diverse da casi sopra citati in forma diretta la retta mensile è di € 250,00.

    La retta può essere pagata o a mezzo moneta elettronica presso gli uffici amministrativi ARDSU oppure a mezzo Bonifico con codice IBAN: IT 24N0538704204000009336368 Banca Popolare dell'Emilia Romagna, con la causale: pagamento retta casa dello studente mese di...........

    Ai beneficiari di contestuale borsa di studio per l'a.a. 2015/16 verrà erogato il corrispondente importo al netto della valorizzazione economica del presente servizio di posto-alloggio per l'intero periodo di assegnazione, come inizialmente definito.

     Gli assegnatari di posto-alloggio, se idonei anche alla contestuale borsa di studio non sono soggetti ad alcuna retta se, per eventuale mera insufficienza di risorse finanziarie, non dovessero effettivamente ricevere detto beneficio.

     Gli idonei che rinunciano all'assegnazione di posto-alloggio non avranno titolo a richiedere per il medesimo a.a. eventuale contributo-alloggio.

    Per tutti coloro che non presentano domanda di Posto alloggio o non avranno un posto nelle residenze per esaurimento dei posti o perchè frequentano a Matera o altre sedi diverse da Potenza e trovano sistemazione presso un privato, il contratto deve essere di almeno 10 mesi escluso il mese di agosto con un canone mensile di almeno € 150,00 escluse le spese e regolarmente registrato all'agenzia dell'entrate;

    prima di inviare copia del contratto bisogna obbligatoriamente aggiornare il link domicilio nella propria area riservata sul sito ARDSU i dati relativi al contratto;

    se non si è in possesso al momento della compilazione deve essere integrato entro e non oltre la data prevista dal bando a mezzo PEC all'indirizzo protocollo@pec.ardsubasilicata.it con oggetto integrazione domanda borsa di studio procedimento n........ del......... il file deve essere in formato PDF e denominato contratto di locazione.

     Lo studnete che non avrà inviato il contratto o carente di dette caratteristiche sarà considerato PENDOLARE 

    La Posta Elettronica Certificata (PEC) ha validità 1 anno.

    30 giorni prima della scadenza vi arriverà un messaggio che vi invita a rinnovare l'indirizzo mail.

    Se entro 60 giorni dalla scadenza non si è provveduto al rinnovo si perdono tutti i dati relativi alla posta elettronica.

    Il rinnovo va fatto dalla propria area riservata del sito ARDSU esclusivamente on-line al costo di € 6,70 utilizzando ogni forma di moneta elettronica (bancomat- postepay etc.).

    Bisogna inserire la somma di tutti i crediti previsti dal proprio piano di studi (esami sostenuti e non) fino all'anno accademico.

    Il numero varia da corsi a corsi.

    Gli studenti che si iscrivono al primo anno fuori (primo e secondo livello)corso e possono pagare le tasse di iscrizione entro il 31 dicembre, potranno presentare domanda di borsa di studio ugualmente nei termini;

    Le graduatorie usciranno solo dopo la sessione straordinaria di laurea a fine aprile;

    Chi si laurea e si iscrive al primo anno di specialistica la domanda rimane valida;

    Lo studente che non si iscrive al primo anno fuori corso può presentare domanda del Premio di Laurea;

    Lo studente deve presentare comunque la certificazione ISEE/ISP alla segreteria universitaria al momento che consegna le ricevute delle tasse di iscrizione;

    I link da utilizzare sono: Ultimo semestre primo livello,  Ultimo semestre secondo livello e per gli iscritti in Architettura ultimo semestre Architettura.

    Le domande Borse di studio e Posto alloggio per l'anno accademico 2015-2016 saranno on-line a partire dal 17 agosto 2015;
    prima di compilare la domanda è necessario leggere il Bando ed essere già in possesso della documentazione richiesta.
    Il bando Posto alloggio scade perentoriamente il 21 settembre 2015;

    Proroga scadenza Bando Posto Alloggio a.a. 2015-2016     

     L’ARDSU Basilicata ha prorogato al 28 settembre 2015 la scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione al Bando Posto Alloggio per l’anno accademico 2015-2016.


    Il bando Borse di Studio scade perentoriamente per tutti l' 8 ottobre 2015

    La sub-condizione consente di iscriversi direttamente dall'ultimo anno della triennale o  primo fuori corso alla specialistica, la domanda si presenterà sempre entro la scadenza del bando ma le graduatorie sono posticipate.
    Possono presentare la domanda di SUB-CONDIZIONE  esclusivamente chi è al terzo anno o al primo fuori corso per tutti gli altri devono essere già immatricolati al primo anno specialistica al momento della presentazione della domanda.

    L' iscrizione o rinnovo allo schedario va fatto nella sezione del sito SSW on line è una condizione obligatoria per poter partecipare al bando.
    solo per la prima volta gli studenti iscritti ad UNIBAS devono consegnare personalmente  il modulo di iscrizione allo schedario che viene generato alla fine della procedura di registrazione on-line allegando copia della carta di identità e il bollettino MAV o certificazazione della matricola.
    Per gli iscritti ad altre università:Cattolica/ Conservatorio/ scuola di teologia o seminario devono ogni anno consegnare il pagamento delle tasse di iscrizione e bollettino della tassa regionale. 

    Se non si è regolarmente iscritti il sistema non consentirà di effettuare nessuna domanda di borsa di studio posto alloggio o altre spettanze.

    Contestualmente all'iscrizione si può presentare la richiesta di attivazione della PEC il modulo va consegnato personalmente dall'interessato oltra alla richiesta anche copia di un documento valido ed esibizione dello stesso all'operatore dello sportello per identificare il richiedente

    se si è già in possesso di una laurea triennale si può far domanda di borsa di studio/posto alloggio solo per il biennio magistrale;

    se si è già in possesso di una laurea a ciclo unico non si può far domanda di borsa di studio/posto alloggio.

    Per gli studenti che devono presentare alla segreteria UNIBAS la domanda di laurea o rinuncia agli studi (se iscritti oltre il secondo anno oppure non hanno fatto domanda di borsa di studio o risultino non idonei)  potranno consegnare il modulo in autocertificazione che attesti la cancellazione dallo schedario ARDSU e informando l'azienda a mezzo mail all'indirizzo: info@ardsubasilicata.it  l'ufficio provvederà alla cancellazione dagli schedari.

    Le matricole IDONEI ai Bandi Borse di Studio e Posto Alloggio devono recarsi presso i nostri sportelli per eseguire l'operazione di cancellazione e rinuncia agli studi.


    Per avere validità è obbligatorio firmare ciò che si dichiara.

    L’autocertificazione è una dichiarazione che un soggetto produce ad un organismo pubblico, in sostituzione di un determinato certificato.
    La disciplina normativa è dettata in via principale dal D.P.R. 445 del 2000 che prevede quali situazioni sono autocertificabili da parte dei privati (articoli 46 e 47 del decreto). Per quanto concerne gli stranieri, occorre distinguere tra coloro che sono cittadini di Stati appartenenti all’Unione Europea e coloro che invece sono cittadini extracomunitari.
    I primi possono autocertificare tutte le situazioni contemplate dal citato testo di legge, in quanto ciò è espressamente previsto.

    Gli stranieri cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia possono invece usare la procedura di autocertificazione, in via generale, limitatamente agli stati, alle qualità personali e ai fatti certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani (quindi ad esempio potrà essere autocertificata la residenza in Italia, lo stato di famiglia in Italia, i carichi penali o pendenti relativi ai procedimenti in Italia, ecc.) e nei casi in cui l'utilizzo dell'autocertificazione avvenga in applicazione di convenzioni internazionali fra l'Italia e il paese di provenienza del dichiarante.
    Le situazioni che le Autorità italiane non possono verificare (ad esempio la nascita nel proprio Paese di origine, il matrimonio all’estero, i carichi penali o pendenti nel proprio Paese di origine) devono essere necessariamente attestate mediante la produzione dei documenti originali del Paese di origine e non possono essere autocertificati (in tal senso si sono espressi anche i Ministeri dell’Interno e della Pubblica Amministrazione nella circolare congiunta n. 3 del 2012 “ove il dato richiesto attenga ad atti formati all’estero e non registrati in Italia o presso un Consolato italiano deve procedersi all’acquisizione della certificazione prodotta dal Paese straniero, legalizzata e tradotta all’estero nei termini di legge”) .

    Dichiarazioni false
    La dichiarazione rilasciata mediante un'autocertificazione è destinata a provare la verità di quanto dichiarato.
    Ciò significa che quanto dichiarato si presume sia vero. E' però bene ricordare che le Pubbliche Amministrazioni che accettano le autocertificazioni sono tenute a procedere ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni. Se i controlli riguardano dichiarazioni sostitutive di certificazioni, l'Amministrazione procedente richiede direttamente all'Amministrazione competente per il rilascio della relativa certificazione conferma scritta, della corrispondenza di quanto dichiarato con le risultanze dei registri da essa custoditi. Qualora la dichiarazione non corrisponda al vero, si risponderà certamente dei reati di falso (“chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal presente testo unico è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.”).

    Quali tipi di reati sono configurabili
    Il codice penale prevede sanzioni molto gravi per chi rilascia false dichiarazioni.
    L’articolo 483 c.p. prevede che chiunque attesta falsamente al pubblico ufficiale, in un atto pubblico, fatti dei quali l'atto è destinato a provare la verità, è punito con la reclusione fino a due anni. Se si tratta di false attestazioni in atti dello stato civile la reclusione non può essere inferiore a tre mesi.

    Ancora, è punito con la reclusione da uno a sei anni chi dichiara o attesta falsamente al pubblico ufficiale l’identità, lo stato o altre qualità della propria o di un’altra persona (articolo 495 del codice penale).

    Viene poi espressamente punita anche l’esibizione di un atto falso. Il decreto prevede infatti che l'esibizione di un atto contenente dati non rispondenti a verità equivale ad uso di atto falso.  In questo caso il reato viene commesso se c’è consapevolezza che quanto è dichiarato nell’autocertificazione non corrisponde al vero.  

    La Password della PEC è possibile modificarla o aggiornarla direttamente dalla propria area riservata alla voce gestione PEC; modificandola in automatico il sistema si allinea con la pagina web di aruba.

    SI PUO' PARTECIPARE MA SOLO SE NON  SI LAUREA A MARZO/APRILE PERCHE' RIENTRA NELL’ANNO ACCADEMICO IN CORSO;

    SE SI LAUREA ENTRO LA SESSIONE STRAORDINARIA DI MARZO/APRILE NON RISULTA ESSERE IDONEO; 

    I CREDITI NECESSARI SONO 135 PER LA LAUREA DI PRIMO LIVELLO E 80 CREDITI PER LA LAUREA MAGISTRALE;

    LE DOMANDE SI PRESENTANO IN SUB-CONDIZIONE, LE GRADUATORIE SARANNO PUBBLICATE A MAGGIO;

    Gli studenti italinai devono rispondere NO

    la domanda dopo averla completata ed inoltrata al nostro protocollo, può essere modificata solo tramite una richiesta a mezzo PEC entro e non oltre la scadenza del Bando specificando in oggetto il numero del procedimento che si vuole modificare e quale correzzione effettuare;

    Si ricorda che i dati ISEE/ISP devo essere corrispondenti alla certificazione consegnata in segreteria previa esclusione. 

    Una Matricola che deve sostenere il test di Ammissione può presentare la domanda di borsa di studio e posto alloggio con riserva;

    Se deve effettuare il test ai corsi di Medicina e Chirurgia previsti o altri istituti con scadenza delle selezioni previste prima della scadenza dei bandi può far domanda direttamente dopo l'esito del test;

    Come presentare la domanda?

    deve registrarsi sul nostro portale stamparsi il modulo dell'iscrizione e consegnare agli sportelli la stampa dell'iscrizione al portale, n. 2 copie carta di identità, fotocopia della ricevuta di versamento per la partecipazione al test di ammissione e la richiesta del rilascio della PEC.

    Appena saputo l'esito del TEST ed ha regolarizzato l'iscrizione all'Università entro 5 giorni deve obbligatoriamente comunicare all'ARDSU il numero di matricola;

    Se non si supera il TEST?

    la matricola che ha presentato domanda e non ha superato il test può cambiare la facoltà o l'indirizzo di studio e dopo aver regolarizzato l'iscirzione in segreteria universitaria comunica all'ARDSU la sua matricola e la domanda già inoltrata resterà è valida;

    Per gli studenti che risiedono in REGIONE non necessita di allegare nessun certificato di distanza chilometrica

    Per chi risiede fuori regione  può stampare il certificato di distanza chilometrica in formato PDF direttamente dal sito dell'ACI utilizzando il seguente link il calcolo va effettuato sulla distanza BREVE

    E' necessario indicare l'istituto di credito e il codice IBAN del proprio conto corrente dove sarà accreditato l'eventuale importo della borsa di studio spettante (art.12 del decreto legge 201, entrato in vigore il 6 dicembre 2011, limita l'utilizzo dei contanti, nelle transazioni superiori a € 1.000,00) Si consiglia a tutti di fornire tale dato tanto da poter effettuare i pagamenti in modo più celere e trasparente.

    Il codice IBAN deve essere strettamente personale di chi presenta domanda borsa di studio e non potrà essere modificato dopo la pubblicazione delle graduatorie.

     Generazione del file PDF

    Tutta la documentazione allegata alla domanda deve essere in formato pdf, affinchè il documento sia valido deve essere nominato in riferimento al suo contenuto (esempio: contratto_locazione.pdf, attestato_bonus.pdf...).
    Ricorda che ogni singolo documento non deve superare i 3 Mb di spazio.
    I file pdf vengono generati tramite vari software di norma a corredo di scanner o stampanti multifunzione, in alternativa puoi utilizzare vari strumenti gratuiti tra cui ti segnaliamo Primo PDF che puoi scaricare ed installare gratuitamente da qui. 

     Verifica dell'operazione di presentazione della domanda online

    Al termine dell'operazione online leggerai un messaggio di conferma e dovrai accertarti di ricevere nella tua casella PEC (solo ed esclusivamente in quella) i due messaggio di "Accettazione" e "Consegna" del messaggio PEC e successivamente il messaggio di protocollazione da parte dell'ARDSU con una ricevuta di conferma dell'operazione. Se non dovessi ricevere i suddetti messaggi devi contattate l'ARDSU entro la data di scadenza del bando e segnalare l'accaduto sempre e solo tramite messaggio PEC indirizzato a protocollo@pec.ardsubasilicata.it.

     Attenzzione se l'allegato non è idoneo:

    Si è verificato un errore, l'allegato inserito non risulta accettabile e leggibile, verificalo e riprova, se necessario lo devi risalvare tramite il tuo software di gestione dei file PDF.

     

     

     

     

    Al momento della compilazione della domanda vi risultano crediti insufficiente contattare la segreteria UNIBAS per accertarvi che abbiano verbalizzati gli esami sostenuti entro il 10 agosto;

    per gli studenti degli altri istituti accertatevi di aver caricato e salvato correttamente gli esami nella sezione merito universitario.

    Se dovesse comparire la dicitura crediti di BONUS insifficiente e non li avete mai utilizzati inviate una mail all'ARDSU che farà eventuali controlli e nel caso in cui si posseggono i crediti di bonus saranno aggiunti.